Un’esercitazione su un caso di inquinamento e poi di incendio si è svolta stamane nella Baia di Santa Panagia, a Siracusa. A promuoverla la Capitaneria di Porto con l’obiettivo di testare il livello di efficienza dei dispositivi antinquinamento, antincendio e delle misure di security del complesso portuale di Siracusa.

La fuoriuscita di idrocarburi

Nello specifico, è stata simulata una fuoriuscita di idrocarburi da un braccio di carico, in una piattaforma del pontile “Isab Impianti Sud”, durante le operazioni di scarico di petrolio greggio dalla motocisterna “NS LEADER” di bandiera liberiana.

L’inquinamento simulato è stato contenuto attraverso l’impiego delle unità navale della Società concessionaria del servizio disinquinamento del complesso portuale aretuseo, che hanno prontamente circuito lo sversamento di idrocarburi con le opportune barriere galleggianti.

L’incendio

A seguito dell’evento sono scattate le operazioni di emergenza per l’abbattimento dell’inquinamento simulato, che ha scatenato nel contempo un incendio (sempre simulato), coinvolgendo sia l’equipaggio della motocisterna, sia il personale del pontile Isab, operante nella zona dei bracci di carico del terminale petrolifero.

Il rogo simulato è stato domato da parte del personale di bordo della motocisterna, dai sistemi antincendio del pontile, nonché, lato mare, dai rimorchiatori portuali dotati di monitori antincendio.

Recupero di un uomo in mare

E’ stato simulato anche il recupero di un uomo in mare, da parte della dipendente motovedetta CP 764 della Guardia Costiera.

La simulazione ha compreso  la presenza di una persona non identificata sul terminale petrolifero, testando così il sistema di security sia del pontile che di tutte le navi ormeggiate nella Baia di Santa Panagia, nonché delle facilities presenti, mettendo in atto tutte le procedure previste dai rispettivi piani di sicurezza.

Chi ha collaborato

Hanno collaborato all’esercitazione il personale della Corporazione Piloti, il Gruppo Ormeggiatori, il Gruppo Barcaioli, la Società Rimorchiatori Augusta, la Società disinquinamento San Giorgio Mare, la Società Guardia ai Fuochi Archimede, società Porto di Siracusa per la Security Portuale e, non ultimo, il Comando ed il personale di
bordo della motocisterna “NS LEADER” nonché il Team Ispettivo previsto dal piano antinquinamento locale composto da personale dalla Capitaneria di porto Guardia Costiera di Siracusa, dal Comando Provinciale dei vigili del fuoco.