“Vogliamo i nomi degli importatori che hanno avuto il coraggio di acquistare limoni tossici, non adatti al consumo umano nella terra che produce i limoni più buoni del mondo”. Lo afferma il parlamentare europeo del M5S Ignazio Corrao in merito al sequestro, avvenuto a Siracusa, di oltre 20 mila chili di limoni di provenienza turca non adatti al consumo ma che sarebbero dovuti finire sulle tavole dei siciliani. L’esponente politico, autore di un’interrogazione parlamentare, chiede controlli più stringenti per impedire di inquinare il mercato con prodotti nocivi alla salute.

“Nonostante l’ottimo lavoro portato avanti dagli addetti al controllo della merce che entra nei nostri confini – spiega Corrao – bisogna anche sottolineare che il susseguirsi di sequestri e merce non idonea, deve far riflettere e far reagire la Commissione Europea e le istituzioni responsabili. Restiamo dall’idea di inserire una regola di divieto d’importazione nelle regioni nelle quali i prodotti come grano, agrumi e ortaggi, rappresentano un importante volano di sviluppo e un fondamento economico storico. La nuova Commissione Europea prenda l’impegno di avviare una seria politica di tutela e sostegno economico alle produzioni agrumarie locali, che preveda anche l’intensificazione dei controlli e barriere anche tariffarie all’ingresso, soprattutto nel periodo di raccolta e formazione del prezzo” – conclude Corrao.