Aveva tentato di rapinare una donna incinta che si trovava all’interno della sua auto con il figlioletto di tre anni, ma è stata individuato attraverso le immagini di una telecamera di videosorveglianza e arrestato dai carabinieri. Si tratta di un pregiudicato di Noto (Sr), Giovanni Tarantello, 44 anni.

La vicenda risale al 5 agosto scorso: la donna era in attesa del marito che si era diretto verso un vicino esercizio commerciale nel centro di Noto quando il pregiudicato salì sull’auto e minacciò la vittima con un coltello alla gola chiedendo tutto il denaro che in suo possesso, noncurante della presenza del bambino nel sedile posteriore.

Le grida della donna, che riuscì a divincolarsi rimanendo leggermente ferita a una spalla, e l’arrivo del marito misero in fuga il rapinatore. L’aggressione fu denunciata ai carabinieri che dopo una rapida visione delle telecamere di videosorveglianza presenti in zona riuscirono a identificare Giovanni Tarantello, con numerosi precedenti specifici. Tutto il materiale probatorio raccolto, tra cui il sequestro del coltello utilizzato per ferire la donna, è sfociato in un’informativa che ha consentito al Pm di richiedere al Gip del Tribunale di Siracusa, l’applicazione della misura cautelare della custodia in carcere a carico del pregiudicato che è stato arrestato e trasferito presso la Casa Circondariale “Cavadonna” di Siracusa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.