Sono stati arrestati per detenzione di sostanze stupefacenti per fini di spaccio una coppia ed il loro nipote, tutti quanti residenti a Floridia, ma bloccati con un carico di droga a Siracusa. Sono ai domiciliari Sebastiano Santoro, 49 anni, Veronica Aglieco, 41 anni, ed Angelo Aglieco, 19 anni, con precedenti penali, che, secondo la ricostruzione degli agenti della Squadra mobile, avevano con se circa 400 grammi di marijuana, un involucro contenente circa 6 grammi di cocaina, un flacone di metadone e 910 euro, probabile provento di spaccio.

Gli indagati sarebbero arrivati a Siracusa a bordo di una macchina di grossa cilindrata che ha subito destato l’attenzione dei poliziotti, impegnati in un servizio di controllo antidroga, ma ad incuriosirli è stata l’andatura di quel veicolo, troppo elevata. E così, gli agenti, al comando del dirigente Gabriele Presti, li hanno seguiti fino alla zona  nord e probabilmente i tre floridiani si erano recati nel capoluogo per vendere quella partita a qualche cliente. Non è la prima volta che dei floridiani vengano bloccati a Siracusa, a testimonianza di un legame, in tema di compravendita di droga, tra i due Comuni, che distano appena 20 chilomentri. 

“Gli investigatori hanno notato che a bordo del veicolo c’erano tre persone, tutte senza mascherina, in violazione alla normativa – spiegano dalla Questura di Siracusa -per il contenimento dell’epidemia da Covid 19 e pertanto, al fine di verificare i motivi dello spostamento degli occupanti dell’autovettura, hanno effettuato il controllo del veicolo. A seguito della perquisizione del mezzo, gli agenti hanno rinvenuto, all’interno di alcuni zaini e marsupi, una busta con circa 400 grammi di marijuana, un involucro contenente circa 6 grammi di cocaina, un flacone di metadone e 910 euro, probabile provento di spaccio”.

I tre indagati, che saranno sottoposti agli interrogatori da parte del gip del tribunale di Siracusa, sono stati sanzionati per non aver rispettato le vigenti norme per il contenimento sanitario.