Il caso di Norino Fratello e dei suoi interessi nelle cooperative

I guai dell’ex deputato regionale, assolta presunta prestanome

Il gup del tribunale di Trapani, Massimo Corleo, ha assolto perchè il fatto non costituisce reato Anna Maria Montemagno, 50 anni, accusata di intestazione fittizia delle quote e della carica sociale di presidente della cooperativa Benessere.

#Videonotizie BlogPlay


Ritenuto viciano alla cosca mafiosa di Brancaccio

Processo per intestazione fittizia, assolto costruttore

I fatti sono del 2008. La sentenza è stata emessa dalla quarta sezione del tribunale. Nei confronti di Francofonti, nel 2017, è stato emesso un decreto di sequestro di beni per un valore di 12 milioni di euro.