Nel pomeriggio di mercoledì 26 febbraio i Carabinieri della Stazione di Calatafimi hanno arrestato per il reato di maltrattamenti in famiglia S.O., 35 anni.

Alla richiesta di intervento presso l’abitazione dell’arrestato i Carabinieri si precipitavano in soccorso ed in pochi minuti giungevano sul posto trovando il giovane ancora intento a sferrare pugni e calci nei confronti della convivente, atteggiamento mantenuto invariato anche dopo l’arrivo dei militari che provvedevano a fermarlo.

La donna veniva accompagnata presso l’ospedale di Alcamo dove riceveva le cure del caso con una prognosi di 5 giorni.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, veniva condotto presso il proprio domicilio in regime di arresti domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa di udienza di convalida svoltasi nella mattinata odierna che ha visto oltre alla convalida dell’arresto inflitta la pena per l’uomo dell’obbligo di dimora nel comune di Calatafimi, posto nel quale non vi è più la presenza della vittima.