• A Mazara 2 detenzione illegale di fuochi artificiali
  • Denunciato un uomo trovato in possesso di 40.000 euro
  • Il materiale sequestrato dai Carabinieri

I Carabinieri della Compagnia di Mazara del Vallo, supportati da personale della Compagnia d’Intervento Operativo del 12° Reggimento Sicilia di Palermo,  hanno scoperto circa 20 kg di fuochi d’artificio, tre dei quali di categoria F4 e altri di categorie F2 – F4 – 4^ E 5^, conservati all’interno di un garage nel pieno centro del quartiere di Mazara 2, nella disponibilità di un 38enne del posto.

Fuochi d’artificio illegali 

Si tratta di fuochi d’artificio per i quali è necessaria una specifica autorizzazione di legge sia per la loro conservazione che per l’utilizzo. L’uomo, che deteneva i fuochi d’artificio, invece li custodiva in locali non idonei e in assenza di titoli autorizzativi. Il materiale sequestrato, costituente pericolo per l’incolumità personale, familiare e pubblica per la presenza nella zona di altre abitazioni, era destinato verosimilmente alla vendita illegale al dettaglio.

Trovati anche 40 mila euro in casa

Durante il servizio, in una delle abitazioni nella disponibilità del  mazarese, è stata rinvenuta la somma di 40.000 euro suddivisa in banconote da 50 euro e imballati con nastro adesivo e occultati nel vano di una stufa a gas. Per tali motivi, il 38enne è stato denunciato alla Autorità Giudiziaria poiché ritenuto responsabile dei reati di commercio abusivo e omessa denuncia di materie esplodenti, mentre quanto rinvenuto, è stato posto in sicurezza e sequestrato penalmente.