Nella giornata di ieri, 4 febbraio 2020, i Carabinieri della Stazione di Mazara del Vallo, diretti dal Luogotenente Maurizio Di Gifico, con il supporto di personale del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Trapani e del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Palermo, nell’ambito di un servizio straordinario finalizzato alla tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro e del lavoro irregolare, hanno effettuato degli accessi ispettivi presso alcune ditte situate a Mazara del Vallo, riscontrando sia illeciti penali che amministrativi.

In particolare, presso una ditta che si occupa di servizio catering, sono state riscontrate diverse irregolarità, quali la difformità tra alcuni ambienti e gli elaborati planimetrici dell’immobile e la mancata esibizione dell’attestato di formazione di alimentarista da parte del personale impiegato, per quanto riguarda gli illeciti di tipo amministrativo e l’accertamento della somministrazione di prodotti alimentari qualitativamente inferiori rispetto a quelli previsti dal contratto di affidamento di refezione scolastica, la cui ditta era assegnataria, di natura penale e per cui il legale responsabile dovrà rispondere dell’accusa di frode nell’esecuzione dei contratti di fornitura nella pubblica Amministrazione.

Nel corso di un’ altra ispezione effettuata presso una ditta di giocattoli, il personale operante ha riscontrato la presenza di due impiegati non assunti regolarmente, per cui è stata necessaria l’adozione di un provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale.

Le sanzioni pecuniarie amministrative complessivamente elevate ammontano a 15mila euro.