Angela Grignano, la ventiquattrenne trapanese rimasta gravemente ferita nell’esplosione avvenuta ieri a Parigi,  stata trasferita in una struttura sanitaria specializzata in chirurgia vascolare.

Nel pomeriggio i medici tentano un secondo intervento per ripristinare il flusso sanguigno nella gamba sinistra devastata dalla deflagrazione. Lo conferma il fratello, Giuseppe, parroco a Castellammare del Golfo si trova da ieri sera a Parigi.

La giovane è uscita dal coma farmacologico indotto per scelta del personale sanitario che comunque non scioglie la prognosi e sta tentando di salvarle anche la gamba ma c’è il rischio di una amputazione.

Ha aperto gli occhi, incrociando lo sguardo della nonna che in quel momento era al suo capezzale in ospedale. Il risveglio, racconta il fratello Giuseppe che si trova anche lui a Parigi, è avvenuto quando i medici hanno allentato il dosaggio dei farmaci. La donna è entrata nuovamente in sala operatoria per il secondo intervento, l’equipe sta tentando di salvarle la gamba sinistra.

Intanto continuano i messaggi su facebook dove amici, parenti, conoscenti o anche sconosciuti la incitano a non mollare