Un anziano turista ha perso ieri la vita nelle acque del mare di Cornino, località marittima nel trapanese. L’uomo, 80 anni di Vicenza, appena entrato in acqua, ha accusato un malore perdendo conoscenza. I bagnanti che erano vicino all’anziano lo hanno subito aiutato ad uscire fuori dall’acqua e lo hanno posizionato sul bagnasciuga. Immediata la segnalazione al 118 che con una propria ambulanza si è precipitata sul posto. Diversi i tentativi di rianimazione che sono stati effettuati ma per l’uomo non c’era più nulla da fare.

La constatazione del medico dell’ambulanza

Il medico non ha potuto far altro che constatare il decesso dell’anziano che successivamente è stato identificato. Si tratta di un 80enne di Vicenza che da qualche giorno si trovava in provincia di Trapani per trascorrere qualche giorno di vacanza. Purtroppo però la sua visita si è trasformata in tragedia. L’80enne era in compagnia della moglie che impotente ha assistito alla morte del marito. Per lui è stato fatale un arresto cardiocircolatorio.

L’ultimo precedente

Lo scorso 2 settembre Michele Calò, 64 anni di Termini Imerese, è morto annegato nel mare di Termini Imerese. Il corpo è stato notato da un diportista che aveva avvistato un cadavere galleggiare all’imboccatura del porto del palermitano. La vittima è stata recuperata dalla motovedetta della guardia costiera e portata in banchina. Il medico legale nel corso dell’ispezione sul cadavere ha confermato la morte per arresto cardiaco e annegamento. Al termine degli accertamenti il pm in tarda serata ha disposto la restituzione della salma ai parenti per celebrare i funerali.

Domenica scorsa un’altra tragedia nel palermitano

L’ultima domenica di agosto, sempre in provincia di Palermo, si era verificata un’altra tragedia. Un ragazzo di 22 anni è morto annegato a Capaci. Il suo corpo è stato recuperato nelle acque davanti l’ex lido Florida. Il ragazzo, originario di Torretta, era in spiaggia con alcuni amici. Secondo una prima ricostruzione, i ragazzi si sono tuffati in acqua nella spiaggia libera, nel tentativo di salvare una persona che stava annegando. Il mare molto mosso ha trascinato al largo i giovani, che hanno iniziato a gridare chiedendo aiuto. Inutili i tentativi di rianimare il 22enne da parte dei sanitari del 118 intervenuti sul posto.