Alle 20.45 di ieri, informano fonti di Mediterranea saving humans, è stato notificato il provvedimento della Guardia di finanza di sequestro preventivo della nave Mare Jonio per il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Si tratta di un “sequestro di iniziativa”, che deve essere valutato ed eventualmente convalidato entro 48 ore dalla Procura di Agrigento. L’unico indagato, al momento, è il comandante e non l’intero equipaggio, sottolineano le stesse fonti. La nave rimane in porto e l’equipaggio può stare a bordo senza prescrizioni.

La nave Mare Jonio con a bordo 30 migranti salvati nei giorni scorsi, è arrivata ieri al porto di Lampedusa scortata dalla Guardia di Finanza.

“Ci accusano di non aver contattato le ‘autorità’ libiche e di non aver riportato 30 persone in un paese in guerra, sotto le bombe. Se per loro è un’accusa per noi è una medaglia”. Così scrive Mediterranea saving humans su Twitter.