Crescono le polemiche dopo che il Governo italiano ha assegnato il  ‘place of safety, ovvero il porto sicuro, alla Ocean Viking, la nave di Sos Mediterranea e Medici senza frontiere con 82 migranti a bordo. La nave sta facendo rotta verso Lampedusa.

Il primo a commentare è stato il leader della Lega Matteo Salvini. “Eccoli, porti aperti senza limiti…”. ha detto l’ex ministro dell’Interno che ha aggiunto: “Questa è la resa. Fra le promesse di Conte all’Europa c’era anche questa”, ha sottolineato convinto che si voglia fare dell’Italia “un campo profughi”. Le quote di migranti che Francia e Germania sono disposti ad accogliere sono solo di quelli che hanno diritto d’asilo “che sono il 20%”. “Noi – ha concluso – siamo qui con i nostri amministratori per preparare il no”.

Di diverso tenore le parole di Matteo Renzi che commenta: “Bene così. Adesso un grande piano Marshall per l’Africa. Più cooperazione, più investimenti. Avanti”.

Prudente il sindaco dell’isola Totò Martello: “La nave era più vicina a Porto Empedocle che non a Lampedusa (Ag). Venti miglia a Nord di Linosa (Ag), significa essere in Sicilia e non a Lampedusa. Fra qualche giorno, i migranti dovranno essere trasferiti, utilizzando il traghetto di linea per Porto Empedocle, dove invece avrebbero potuto sbarcare direttamente. Che senso ha tutto questo? Perché sostenere ulteriori spese?”. “Siamo accoglienti ma non stupidi, è una decisione che non ha alcun significato. Chi decide queste cose dovrebbe studiare la geografia – ha aggiunto Martello -. Invito il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese a venire sull’isola”.

La Ocean Viking non entrerà nel porto di Lampedusa: la nave di Sos Mediterranee e Medici senza frontiere si fermerà in rada e gli 82 migranti a bordo verranno trasferiti sull’isola a bordo delle motovedette della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza. Secondo quanto si apprende la decisione sarebbe stata presa per non limitare l’operatività sia del porto che dell’aeroporto di Lampedusa.