E’ morto nella notte all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta, un giovane di 23 anni, G.T. le iniziali, di Pietraperzia. Il ventitreenne  era stato ricoverato alla fine di ottobre per un grave problema cerebrale.

I genitori, come scrive il giornale on line Seguonews, hanno consentito la donazione degli organi. Nella notte una equipe dell’Ismett di Palermo  ha eseguito l’intervento . Sono stati donati reni e fegato del giovane.

La commissione per l’accertamento di morte cerebrale era formata dall’anestesista Rosalba Parla, referente aziendale per i trapianti dell’ospedale Sant’Elia, la neurologa Giovanna Randisi, la dottoressa Lucilla Grimaldi, direttore sanitario di presidio.

Ad eseguire l’elettroencefalogramma i tecnici Silvana Scibetta e Norma Scarantino. In sala, durante l’intervento l’anestesista Rita D’Ippolito. Grande collaborazione tra il direttore del reparto di Rianimazione Giancarlo Foresta e il responsabile del blocco operatorio Giovanni Di Lorenzo.