I Carabinieri di Mascali hanno arrestato un uomo di 56 anni ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate nei confronti della convivente di anni 47 e dei quattro figli minori di 16, 11, 9 e 7 anni.

I carabinieri sono arrivati dopo la richiesta di aiuto della moglie che ha dichiarato di essere stata picchiata dal convivente tanto da avere un vistoso taglio in fronte. I quattro figli minorenni della coppia erano in lacrime e una delle bambine, visibilmente terrorizzata, addirittura si era fatta la pipì addosso.

Secondo la ricostruzione dei militari, l’uomo avrebbe atteso  il rientro della moglie da lavoro l’avrebbe aggredita con calci e pugni e le avrebbe lanciato una pattumiera causandole la ferita alla tempia. I bambini, sentendo le urla, sono subito usciti fuori dalle proprie camerette per difendere la mamma ma anch’essi hanno ricevuto lo stesso trattamento violento.

I militari, dopo aver arrestato il marito, hanno prima accompagnato la donna e i figli all’ospedale di Acireale dove i medici del pronto soccorso hanno diagnosticato delle lesioni a carico delle vittime dell’aggressione guaribili in 25 giorni per la donna e tra i 10 e 15 giorni per i minorenni, per poi condurli in una struttura protetta.  L’uomo, in attesa delle decisioni del Gip, è stato portato al carcere di Catania Piazza Lanza.