Premiate le eccellenze siciliane, dalle istituzioni all’imprenditoria, passando per lo sport

Imprenditori, fotografi, registi, archeologi, sportivi ed esponenti anche delle istituzioni. C’è un po’ di tutto tra i premiati della prime edizione di Sikelos, riconoscimento che va alla Sicilia che lavora e produce, concesso dall’omonima associazione presieduta da Andrea Finocchiaro. La consegna è avvenuta presso l’aula consiliare di Palazzo degli Elefanti di Catania. A condurre i lavori di premiazione è stato Marcello Proietto di Silvestro.

L’assegnazione dei premi

I premiati di quest’anno, indicati dalle rispettive amministrazioni comunali, sono stati: Antonio Messina, archeologo, (città di Enna); il fotografo e giornalista professionista Fabrizio Villa (città di Catania); Lina Bellanca già soprintendente dei beni culturali e ambientali di Palermo (città di Palermo); Paolo Mazza imprenditore ed esportatore di prodotti tipici (città di Messina); Davide Scancarello, imprenditore ed esportatore di prodotti dolciari (città di Caltanissetta) e il fotografo Giuseppe Leone, (città di Ragusa). Nominati, invece, dalle delegazioni territoriali dell’associazione Sikelos hanno ricevuto il premio: Berta Ceglie, regista di Agrigento; Corrado Basile, archeologo del museo dei papiri di Siracusa; Giacomo D’Ali Staiti, imprenditore e valorizzatore delle saline di Trapani e Marsala, e Luigi Busà (Avola), campione olimpico Tokyo 2021, medaglia d’oro nella disciplina del karate.

L’evento patrocinato dall’Ars

La manifestazione per la lodevole iniziativa ha ricevuto l’alto patrocinio dell’Assemblea Regionale Siciliana, dell’assessorato dei Beni culturali e dell’identità siciliana e, infine, quello del Comune di Catania. Hanno partecipato con la loro presenza Confindustria Catania, Confindustria Siracusa, Sicilindustria, Cnr (Consiglio Nazionale delle Ricerche), Confcommercio Sicilia, Arces, Assostampa Sicilia, Fidapa Sicilia, Unpli Sicilia, Bc Sicilia, Csve, Onlus Salesiani per il Lavoro e Centro Commerciale “Le Zagare” come partners e patrocinanti l’evento.

L’organizzazione

L’organizzazione dell’accoglienza è stata curata dagli alunni dell’istituto alberghiero “Pestalozzi” di Catania che hanno intrattenuto gli ospiti con un semplice ma efficace servizio di accoglienza e benvenuto. “È stata un’esperienza bellissima – spiega Andrea Finocchiaro, unitamente a Natale Spolverino e Giuseppe Milazzo, componenti il consiglio direttivo dell’Associazione -. Il premio Sikelos, nonostante fosse alla sua prima edizione, rappresenta un riconoscimento a tutte quelle persone che con le loro azioni professionali hanno portato in alto il nome della Sicilia. Speriamo che ci saranno altre edizioni nei prossimi anni in modo da dare lustro e visibilità a tutti i siciliani portatori sani di ‘sicilitudine’, rappresentanti delle nostre migliori eccellenze”.