Via libera dal governo Musumeci agli interventi di riqualificazione delle aree adiacenti al Presidio ospedaliero “Santa Marta” di Catania.

La giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone, ha approvato la delibera che autorizza la demolizione selettiva e controllata dell’edificio, costruito negli anni Sessanta, che sorge tra via Gesualdo Clementi e via Bambino. Al posto del fabbricato sarà realizzata una piazza e tornerà visibile il prospetto del settecentesco palazzo con giardino, opera di Giovan Battista Vaccarini. La spesa prevista è di due milioni e 330 mila euro.

“Abbiamo mantenuto – commenta il governatore Nello Musumeci – l’impegno di riqualificare e valorizzare una parte importante del centro storico catanese. Con l’intervento programmato sarà eliminato un edificio fatiscente e antiestetico e sarà restituita alla cittadinanza un’area verde, con la possibilità di ridare protagonismo e dignità, finalmente, allo storico edificio del Vaccarini”.