Anche quest’anno torna in Sicilia Calici di Stelle 2022, l’atteso appuntamento estivo dedicato all’enoturismo e agli appassionati del vino, promosso dal Movimento Turismo del Vino e Associazione Nazionale Città del Vino, che prevede un ricco calendario di eventi, che si terranno dal 29 luglio al 15 agosto e che coinvolgerà ben 22 cantine di 6 province siciliane.

Un programma denso di appuntamenti con visite guidate, passeggiate in vigna, cene sotto le stelle, performance musicali e spettacoli teatrali per celebrare il vino in ogni sua forma e far conoscere le eccellenze vitivinicole del nostro territorio.

In Fondazione Sicana la presentazione di Calici di Stelle

La manifestazione è stata presentata oggi alla stampa, nella suggestiva cornice dell’ex Palazzo delle Poste di Caltanissetta, storico edificio di ben 3500 mq in stile eclettico, sede di Fondazione Sicana, durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento alla quale hanno preso parte, oltre al presidente di Fondazione Sicana Giuseppe Di Forti e al presidente del Movimento Turismo del Vino Sicilia Stefania Busà, il coordinatore Città del Vino in Sicilia e sindaco di Sambuca di Sicilia Leonardo Ciaccio e il presidente del Movimento Turismo del Vino Italia Nicola D’Auria, per la prima volta in Sicilia per incontrare gli associati.

Subito dopo la conferenza, i giornalisti sono stati guidati in un tour del palazzo delle ex Poste centrali, hanno potuto ammirare i meravigliosi affreschi dell’artista palermitano Gino Morici e degustare i vini delle cantine aderenti all’iniziativa.

Degno di nota, a chiusura della giornata, lo spettacolo “Perbacco” di Sandro Dieli, un viaggio che trasporta lo spettatore dal Caucaso fino al Mediterraneo, passando dal Vecchio Testamento a Omero e attraversando la Mesopotamia dell’Epopea di Gilgamesh. Un racconto in cui il vino diventa strumento per la comprensione del mondo, veicolo di cultura e storia e parte integrante dei nostri ricordi e della nostra identità.

Presentazione Calici di Stelle 2022

L’enoturismo, asset fondamentale per la Sicilia

L’incontro, che ha visto anche il coinvolgimento di numerose cantine associate e imprenditori locali (Di Maria, Daino, Cantine Bonsignore, Fratelli Piraino, Di Giovanna, Mannirà Bio), è stato l’occasione per approfondire il tema dell’enoturismo, con le iniziative portate avanti dal Movimento Turismo del Vino e Città del Vino, un’associazione non profit che annovera tra i suoi iscritti 1000 tra le più prestigiose cantine d’Italia.

Quest’anno il Movimento Turismo del Vino ha scelto di ampliare il calendario della manifestazione Calici di Stelle, così da stimolare una maggiore coesione tra le cantine associate.

L’obiettivo consiste nel puntare su collaborazioni costruttive con le realtà locali, che intendono sostenere la cultura del vino e incrementare l’immagine e le prospettive economiche e occupazionali dei territori vitivinicoli in chiave enoturistica, instaurare le giuste sinergie e rafforzare il ruolo strategico del vino nel rapporto tra prodotti agroalimentari e turismo e nella valorizzazione e promozione delle bellezze del territorio.

Busà: “Soltanto le cantine associate possono usare i brand dei nostri eventi”

Come ha ribadito la presidente del Movimento Turismo del Vino Sicilia Stefania Busà “tra gli obiettivi che il Movimento Turismo del Vino Sicilia ha intrapreso negli ultimi anni, nonostante il periodo abbastanza difficile della pandemia che ci lasciamo alle spalle, ci sono l’incremento del numero degli associati e il potenziamento della comunicazione per far conoscere maggiormente i valori e le attività della nostra associazione sul territorio. È importante, tra l’altro, ricordare che soltanto le cantine associate possono utilizzare i brand dei nostri eventi, ad esempio Cantine Aperte o Calici di Stelle”.

“Questi marchi- ha poi concluso – sono di proprietà esclusiva del Movimento Turismo del Vino e certificano il rispetto di protocolli da noi riconosciuti fondamentali nel garantire agli enoturisti servizi di accoglienza ed esperienze di qualità”.

“Il vino è arte, trait d’union tra tradizione e innovazione”

La Fondazione Sicana ha voluto offrire il suo supporto strategico all’iniziativa di cui sposa i valori. Come ha sottolineato il suo Presidente Di Forti: “Fondazione Sicana, sin dalla sua costituzione, vuole contribuire concretamente alla rinascita della Sicilia, realizzando e promuovendo con costanza iniziative finalizzate alla crescita morale e culturale, in una visione fortemente integrata con il territorio, di cui si vuole salvaguardare la storia e l’identità. Intraprendere questa collaborazione con il Movimento Turismo del Vino è per noi naturale: il vino è arte, custode di valori autentici, trait d’union tra tradizione e innovazione”.

Calici di Stelle, un’occasione per “confermare la qualità della produzione vinicola siciliana”

Come ha sottolineato il presidente del Movimento Turismo del Vino Nicola D’Auria “Calici Di Stelle è da sempre uno degli eno-appuntamenti più amati dagli appassionati in Sicilia e siamo certi che quest’edizione saprà emozionare tutti coloro che vorranno gustare un calice di buon vino sotto al cielo stellato che solo la Sicilia sa regalare. Sarà un’ulteriore occasione, per le cantine aderenti, per confermare l’incredibile diversità e la qualità della produzione vinicola siciliana, ma anche per apprezzare le bellezze naturalistiche e artistiche di un territorio assolutamente unico.”

Il Presidente D’Auria ha poi ribadito come in questi 30 anni non sia cresciuto solo il modo di fare vino, ma come nel farlo siano anche state create strutture bellissime per fare accoglienza, riscoprendo luoghi storici, borghi, musei, castelli, palazzi antichi e che sia necessario stare al passo con i tempi, puntando sull’innovazione e la formazione dei giovani.

“Far conoscere il patrimonio artistico e storico cittadino”

Il coordinatore di Città del Vino in Sicilia Leonardo Ciaccio ha precisato: “La partnership con Movimento Turismo del Vino Sicilia, in occasione di Calici di Stelle ci permette di condividere i valori di sempre e di pensare a nuove esperienze, in grado di valorizzare e far conoscere ad un pubblico sempre più ampio il nostro patrimonio artistico e storico cittadino. Calici di Stelle è dunque un viaggio nella bellezza e nella conoscenza del nostro territorio, per scoprire e far rivivere, tra vino e stelle, le piazze e i centri storici delle nostre città”.

Infine, il sindaco di Sambuca ha sottolineato come l’abolizione delle province sia stata disastrosa per i comuni. Sono, infatti, venuti meno molti fondi per la viabilità nelle strade rurali, che avrebbero consentito un accesso più agevole a vigneti e cantine.

Il calendario della manifestazione

Ecco gli appuntamenti di Calici di Stelle:

29 Luglio 2022
Baglio Bonsignore – Agrigento
Coop.Agr.Valdibella – Palermo
Tenuta Maltese – Trapani,
Donnafugata – Trapani

30 luglio 2022
Baglio Bonsignore – Agrigento
Cantine Gulino – Siracusa

31 Luglio 2022
Baglio Bonsignore – Agrigento

3 Agosto 2022
Donnafugata – Trapani

4 Agosto 2022
Tenuta Maltese – Trapani

5 Agosto 2022
Baglio Bonsignore – Agrigento

6 Agosto 2022
Baglio Bonsignore – Agrigento
Firriato – Catania
Cantina Marilina – Siracusa
Donnafugata – Siracusa
Feudo Ramaddini – Siracusa

8 Agosto 2022
Pupillo – Siracusa
Casa Vinicola Fazio – Trapani

9 Agosto 2022
Cantine Nicosia – Catania

10 Agosto 2022
Baglio Bonsignore – Agrigento
Mandrarossa Winery – Agrigento
Tenute Orestiadi – Catania
Az.Agricola Cambria – Messina
Alessandro di Camporeale – Palermo
Baglio di Pianetto – Palermo
Donnafugata – Palermo
Duca di Salaparuta – Palermo
Cantine Florio – Trapani
Colomba Bianca – Trapani
Firriato – Trapani
Mannirà Bio – Trapani
Tenuta Maltese – Trapani

12 Agosto 2022
Donnafugata – Palermo
Tenuta San Giaime – Palermo
Feudo Rudinì – Siracusa
Tenuta Maltese – Trapani

13 Agosto 2022
Mannirà Bio – Trapani

14 Agosto 2022
Baglio Bonsignore – Agrigento
Firriato – Catania
Firriato – Trapani
Tenuta Maltese – Trapani

15 Agosto 2022
Tenuta Maltese – Trapani

I programmi delle ventidue cantine partecipanti sono consultabili nei rispettivi siti web o canali social. Si ricorda, inoltre, che per partecipare la prenotazione è obbligatoria.