Il gelato, la grande invenzione italiana

  • Le origini del composto risalgono ai tempi della Bibbia
  • Il primo gelato italiano venne preparato a Firenze alla corte di Caterina De’Medici
  • Il siciliano Procopio de’ Cortelli lo fece conoscere in tutta Europa

Il gelato al limone è il migliore rimedio contro il caldo estivo, il dessert ideale per concludere in dolcezza e leggerezza una cena estiva. Da dove arriva questa fredda delizia? La storia del gelato si fa risalire ai tempi della Bibbia. Nel libro Sacro si trova un antenato del nostro gelato: Isacco era solito porgere al padre Abramo una bevanda ghiacciata con latte di capra e neve per aiutarlo a combattere il caldo.

Gelato o sorbetto? Ecco la storia di questo dolce manicaretto

Qualche secolo dopo, tracce del  gelato si trovano nella storia dell’Antica Grecia e dell’Impero Romano.  Si trattava di preparazioni a base di frutta, miele e neve. Per molti secoli questa usanza verrà dimenticata. Riappare in Sicilia, nel IX secolo, durante la dominazione araba. Gli arabi di Sicilia utilizzavano la neve dell’Etna e delle montagne della zona per congelare delle bevande a base di frutta , che poi venivano addolcite con della canna da zucchero importata dalla Persia. Fu così nelle terre della Sicilia che nacque il primo antenato del gelato artigianale italiano. Ai tempi lo chiamavano sherbet.

Ma i gelati veri e propri nascono a Firenze alla corte di Caterina de’ Medici.  L’invenzione risale al 1565 e si deve all’architetto Bernardo Buontalenti. Poco più d un secolo dopo,  il cuoco siciliano Francesco Procopio dei Coltelli diede vita alla prima miscela perfetta per produrre e confezionare gelati. Grazie alla sua ricetta esclusiva ed a un curioso macchinario per la lavorazione dei sorbetti ghiacciati che aveva avuto in dono dal nonno, il gelataio siciliano si trasferì a Parigi alla corte del re Sole. Nella capitale francese aprì lo storico Cafè Procope, il bar che fece conoscere  il gelato moderno in tutta la Francia e in Europa.

Il gelato si può preparare anche a casa, in mille gusti diversi. Il classico dell’estate è quello al limone. Prepararlo in casa è davvero molto semplice, occorrono solamente tanto succo di limone, acqua, panna e zucchero. Per ottenere un gelato più denso e cremoso va aggiunta della farina di carrube, un addensante naturale.

Gli ingredienti per il gelato al limone

  •  Succo di limone 400 ml
  • Acqua 200 ml
  • Zucchero 220 g
  • Panna fresca liquida 180 ml
  • Farina di semi di carrube 5 g

 

La ricetta del gelato al limone

Per preparare il gelato al limone iniziate ponendo in un pentolino l’acqua e la panna e scaldandole, aggiungete poi zucchero  e la farina di carrube e fateli sciogliere, poi scaldate fino a raggiungere la temperatura di 85°C . Fate quindi raffreddare il composto immediatamente ponendo la ciotola che lo contiene in un contenitore più grande contenente del ghiaccio . Ponetelo quindi in un contenitore  e lasciatelo raffreddare bene in frigorifero per almeno 4/5 ore (di questo modo il composto non si coagulerà quando aggiungerete il succo di limone). Trascorso questo tempo spremete il succo dei limoni e aggiungetelo al composto raffreddato, mescolate ottenendo un composto liscio e senza coaguli. Versate il composto in una bacinella a temperatura ambiente. Mettete il composto  in freezer  ricordandovi di mescolarlo ogni mezz’ora fino ad ottenere la consistenza perfetta.  Prima di essere gustato,  il gelato al limone deve avere passato almeno tre ore nel congelatore.