Il tribunale di Messina ha condannato oggi, nell’ambito del processo nato per gli impiegati assenteisti dell’ex Provincia di Messina, 39 dipendenti e ne ha assolti altri 18.

Erano accusati di assenze ingiustificate tra la fine del 2012 e il luglio 2013. I dipendenti sono stati condannati alcuni ad un anno e 4 mesi, altri ad un anno e 2 mesi, uno solo ad un anno e sei mesi.

Tutti sono stati condannati anche a pene pecuniarie, tra i 400 e gli 800 euro, ma il giudice ha concesso loro la sospensione della pena e la non menzione nel casellario giudiziario. In solido dovranno anche versare poco meno di 2 mila euro alla parte civile costituita, ovvero la Provincia, come spese processuali.