“L’ennesimo esodo verso il sud di persone provenienti dalle regioni focolaio dell’epidemia di Covid19 impone il varo di nuove misure a tutela della salute loro, dei familiari e di tutti i cittadini. E’ opportuno che il presidente della Regione valuti, con urgenza insieme alle autorità competenti, la necessità di disporre la quarantena in strutture dedicate delle persone arrivate in Sicilia dal Nord nelle ultime settimane”. Lo dicono i parlamentari regionali del Partito democratico all’Ars.

“Secondo i dati dell’Istituto Superiore di Sanità, ogni contagiato di coronavirus, anche asintomatico, può contagiare in media 2 persone ed è dimostrato, peraltro, – aggiunge il capogruppo Pd all’Ars Giuseppe Lupo – che molti casi di contagio verificatisi in Sicilia in questi giorni riguardano familiari di persone rientrate dal Nord. Centralizzare la quarantena in strutture dedicate – conclude – consentirebbe inoltre un più attento monitoraggio delle condizioni di salute dei soggetti interessati, come già sperimentato a Palermo per i primi casi di contagio”.

Proprio in queste ore, si sta consumando uno scontro tra il governatore Musumeci e il ministro dell’Interno a proposito delle decine di viaggiatori che stanotte sono riusciti ad arrivare in Sicilia a bordo delle proprie autovetture.

Per il Presidente della Regione i controlli sullo Stretto di Messina sono stati carenti.