Partono nel torrente Catarratti-Bisconte nel Comune di Messina. Tra poco più di un mese sarà attivato il cantiere per i lavori di riqualificazione ambientale e il risanamento igienico del corso d’acqua. Le opere sono state messe a segno dall’Ufficio contro il dissesto idrogeologico, guidato dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.

Ad eseguire le operazioni di bonifica e ripristino ambientale del Catarratti-Bisconte sarà l’associazione temporanea di imprese Consorzio Stabile P.C.- Ciesseci srl di Maletto che si è aggiudicata la gara per un importo di quindici milioni e ottocento mila euro. Dalla Struttura commissariale diretta da Maurizio Croce arriva, dunque, il via libera per l’opera più consistente, in termini finanziari, mai realizzata nella città dello Stretto.

Il progetto prevede la sistemazione idraulica del torrente ma anche opere viarie di sistemazione e di razionalizzazione della sede stradale esistente che costeggia il corso d’acqua fino all’abitato di Catarratti. Sarà realizzata, inoltre, una nuova rete fognaria che andrà a sostituire quella attuale che per gran parte si sviluppa nell’alveo del torrente.

“Si tratta di un intervento – spiega il governatore Musumeci – che era stato progettato negli anni ’90 ma che soltanto adesso, grazie alla grande attenzione che abbiamo rivolto sin dall’inizio al problema della sicurezza del nostro territorio, può essere realizzato. E questo può essere considerato uno dei casi simbolo del forte contrasto a ogni rischio latente, considerato che andiamo a eliminare per sempre il pericolo di una catastrofica esondazione all’interno di un centro abitato”.