E’ prevista per il prossimo 17 aprile la riunione della conferenza Stato-Regioni che dovrà sancire l’intesa sul piano per i centri per l’impiego e il ruolo dei cosiddetti “navigator”, le nuove figure professionali che dovrebbero affiancare i beneficiari del Reddito di cittadinanza per la ricerca di un impiego.

“Abbiamo fatto un importante passo avanti e posto tutte le premesse tecniche per arrivare all’intesa nella prossima Conferenza Stato-Regioni”, ha dichiarato Cristina Grieco, coordinatrice degli assessori al Lavoro della Conferenza delle Regioni. Che ha poi concluso: “Credo che il lavoro abbia consentito di chiarire nel migliore dei modi la centralità dei servizi per l’impiego e il ruolo di assistenza tecnica che dovranno svolgere i navigator”.

E proprio sul ruolo delle nuove figure che dovranno essere assunte a breve si era bloccata l’intesa qualche giorno fa. I navigator, secondo le Regioni, dovranno svolgere solo attività di supporto mentre ad assistere direttamente i titolari del Reddito di cittadinanza saranno i dipendenti dei centri per l’impiego. Posizione ben differente rispetto a quella inizialmente prevista dal governo che riservava proprio ai 6 mila navigator, ridotti poi a 3 mila per volere degli enti locali, un ruolo centrale nella gestione dei beneficiari del sostegno al reddito.

Nella riunione di mercoledì prossimo quindi dovrebbe essere raggiunta l’intesa tra Stato e Regioni e, nello stesso tempo, si dovrà approvare la distribuzione territoriale del nuovo personale da assumere per procedere poi alla pubblicazione del bando di concorso che sarà gestito da Anpal, Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro.