L’Ismett protagonista al Congresso Nazionale organizzato dalla Società Italiana di Cardiologia Interventistica (GISE) e della Associazione Europea di Interventistica Percutanea Cardiovascolare (EAPCI) che si sta tenendo in questi giorni a Milano.

Il meeting riunisce i massimi esperti del settore in tutto il mondo e l’Ismett è stato selezionato fra 6 centri nazionali ed internazionali per eseguire e trasmettere in live due interventi di TAVI (Transcatheter Aortic Valve Implantation). Si tratta di una metodica innovativa che consiste installazione di una protesi all’aorta attraverso un’arteria. A partecipare alla diretta circa mille partecipanti con una faculty internazionale europea e nord americana.

“La partecipazione con un ruolo da protagonista  – sottolinea Caterina Gandolfo, responsabile della Cardiologia Interventistica di ISMETT – dimostra l’alto livello raggiunto dal nostro Istituto in questo settore. Oggi la TAVI è una procedura sempre più utilizzato soprattutto nel caso di pazienti anziani o con situazioni cliniche estremamente complesse per cui l’intervento di chirurgia maggiore è altamente sconsigliato”.

La TAVI  ha rivoluzionato il trattamento del restringimento valvolare aortico che permette a pazienti inoperabili o che erano considerati ad alto rischio per la chirurgia tradizionale di essere trattati con una procedura mininvasiva sicura ed efficace. L’Unità operativa di Cardiologia Interventistica di Ismett è uno dei centri italiani con il più alto volume di TAVI, con risultati eccellenti in termini di successo procedurale e sicurezza per il paziente.