“Ognuno passa il 25 aprile come vuole, vestito come vuole, senza polemica. Ma credo sia giusto che il ministro dell’Interno vada in Sicilia a combattere la mafia”. Così il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, in un incontro con la stampa a Pinzolo.

“Il 25 aprile, per celebrare il sacrificio di chi ha combattuto per la libertà dell’Italia, sarò in mezzo alle donne e agli uomini della Polizia di Stato di Corleone (Palermo), per ringraziarli del fatto che ogni giorno rischiano la loro vita per liberare la Sicilia e l’Italia dalla mafia”. continua Salvini. “Sarà l’occasione per inaugurare la nuova sede del Commissariato di Polizia, al cui ingresso verrà scoperta una targa che ricorda tutte le vittime di mafia e sarà di buon auspicio per le future battaglie: “Una storia di contrasto al crimine mafioso, presidio di legalità a tutela dei diritti e della civile convivenza”. Onorare il passato preparando un futuro migliore, questo faccio da uomo, da padre e da ministro. Le polemiche – conclude Salvini – le lascio volentieri agli altri”.