“Esprimo la mia piena solidarietà ai Vigili del Fuoco dopo le parole inopportune pronunciate in Aula dal Presidente dell’Assemblea Regionale siciliana, in occasione del dibattito sui vitalizi, infatti, Gianfranco Miccichè ha tirato in ballo i pompieri che a suo dire sarebbero privilegiati in quanto percepirebbero pensioni di 6000 mila euro.” Lo racconta Vincenzo Figuccia deputato all’Ars e leader del Movimento CambiAmo la Sicilia”.

“Queste dichiarazioni mi hanno lasciato sbigottito anche perché fatte all’indomani di manifestazioni nazionali dei vigili del fuoco che, da lungo tempo – prosegue Figuccia – chiedono l’equiparazione dei propri stipendi a quelli percepiti dalle forze dell’ordine”.

“Un affronto nei confronti di persone che spesso si sacrificano svolgendo turni di lavoro massacranti, mettendo a rischio la propria incolumità per salvare vite umane. Auspico – conclude Figuccia – che il Parlamento siciliano riconosca il valore dei Vigili del Fuoco impegnandosi per migliorare le condizioni dell’intera categoria, bistrattata dalle parole fuori luogo, insensate e non veritiere pronunciate da Miccichè”.