Mentre ieri il presidente dell’Inps Pasquale Tridico ha fatto il punto sul numero delle istanze relative al reddito di cittadinanza, partono adesso i controlli generalizzati sui beneficiari. Sono 120 mila le famiglie su 480 mila che potranno essere convocate a breve presso i centri per l’impiego per i controlli della propria pratica. Si tratta, quindi, di controlli generalizzati e non di verifiche singole, casuali o a campione dietro segnalazione.

Intanto, come ha sottolineato ieri il presidente dell’Inps, le domande per l’ottenimento del reddito di cittadinanza fino ad oggi pervenute a Roma dalla Sicilia ammontano a 251.993. Palermo e Catania le provincie con più richieste. Ma Tridico ha voluto lanciare un monito: “Una cosa è dichiarare un reddito più basso per evadere le tasse, un’altra cosa è farlo per prendere il reddito di cittadinanza” e lo ha lanciato alle domande dei giornalisti che lo incalzavano sul tema dei “furbetti” scoperti sino ad oggi che potrebbero essere molti di più, visto l’annuncio dei controlli.

Un fatto importante è sapere che la convocazione al centro per l’impiego è obbligatoria. Non rispettare l’obbligo previsto potrebbe far scattare pene severe, dalla sospensione del bonus con perdita di una mensilità per la prima mancata convocazione a due mensilità perse per chi salta anche il secondo appuntamento. Dopo tre appuntamenti disertati, la carta sarà ritirata e il diritto al beneficio revocato.

Va avanti anche l’iter per l’assunzione dei Navigator che avranno il compito di cercare lavoro a chi usufruisce del reddito di cittadinanza. Sono 2.978 i vincitori del concorso per Navigator del reddito di cittadinanza. Le liste dei partecipanti al concorsone per le nuove figure che supporteranno i centri per l’impiego sono già state pubblicate dopo 4 giorni dalle prove svolte a Roma dal 18 al 20 giugno. L’Anpal servizi ha reso pubbliche le graduatorie dei vincitori e le graduatorie degli idonei suddivisi per ciascuna provincia.

In particolare hanno superato la prova i candidati che hanno ottenuto un punteggio minimo di 60 su 100: in totale sono stati in 5.960 su 19.581 partecipanti al test. Di questi, risultano vincitori 2.978 candidati.

“Risultano vincitori –  spiega l’Anpal -, i primi in graduatoria per ogni provincia in ordine di punteggio, fino alla concorrenza delle posizioni disponibili. In caso di parità è preferito il candidato con il miglior voto di laurea. In caso di ulteriore parità, il candidato più giovane”. Tutti i canditati risultati vincitori alla prova selettiva verranno contattati nei prossimi giorni tramite posta elettronica. I candidati idonei  sono 2.982 e potranno essere chiamati, sempre in ordine di graduatoria, a soddisfare eventuali fabbisogni anche per la copertura di posizioni non coperte all’interno di province limitrofe a quella per la quale hanno presentato la candidatura. Anche in tal caso Anpal servizi provvederà a contattare tramite posta elettronica.

Scarica qui i vincitori di Agrigento

Scarica qui i vincitori di Caltanissetta

Scarica qui i vincitori di Catania

Scarica qui i vincitori di Enna

Scarica qui i vincitori di Messina

Scarica qui i vincitori di Palermo

Scarica qui i vincitori di Ragusa

Scarica qui i vincitori di Siracusa

Scarica qui i vincitori di Trapani