Durante l’odierno incontro avvenuto alla presenza del Governo sul cambio di appalto della commessa Sky ,oggi lavorata da Almaviva a Palermo e Milano, Sky ha espresso la propria disponibilità a garantire continuità occupazionale a 140 persone delle complessive 308 totali. A riferirlo sono i sindacati.

“È chiaro che si tratta di numeri irricevibili sui quali non si può immaginare di poter intavolare alcuna trattativa – sottolineano Fistel, Uilcom, Slc e Ugl -. Confidiamo nel mandato ad approfondire la questione con Sky ed il nuovo fornitore Covisian che il sottosegretario Di Piazza ha ritenuto di assumersi e attendiamo la nuova convocazione prevista la prossima settimana con fiducia. Resta inteso che l’unica soluzione possibile è quella della giusta applicazione della clausola sociale, strumento che garantisce la continuità occupazionale per tutte le persone coinvolte.  Ipotesi pasticciate non sono semplicemente percorribili e vedranno la reazione ferma del Sindacato con tutti gli strumenti disponibili”.

I lavoratori lo scorso 12 giugno sono scesi in piazza  con uno sciopero per un intero turno di tutti i lavoratori del sito palermitano in prossimità della Presidenza della Regione Sicilia. Muniti di mascherine e nel rispetto delle norme anticovid sul distanziamento sociale, i lavoratori e le organizzazioni sindacali hanno chiesto risposte immediate sul destino dei circa 250 impiegati nella commessa Sky in scadenza il 30 giugno e non più rinnovabile dopo il recesso comunicato dal committente lo scorso primo maggio, e garanzie occupazionali sul sito palermitano.

“Durante l’incontro di stamani, convocato dal Sottosegretario Steni Di Piazza, non sono emerse le premesse indispensabili per una piena e compiuta applicazione della clausola sociale e ciò non può non destare in noi forte preoccupazione. Aspettiamo fiduciosi che il prossimo incontro possa invece definirne le condizioni affinché tutte le lavoratrici ed i lavoratori coinvolti nella commessa Sky possano approdare ad una serena prospettiva occupazionale”. Lo dichiarano il sindaco, Leoluca Orlando e l’assessora al Lavoro, Giovanna Marano