I delegati, in rappresentanza delle 160 regioni europee che aderiscono alla Conferenza delle Regioni Periferiche e Marittime (CRPM), stanno dibattendo a Palermo su temi fondamentali per lo sviluppo del sistema regionale dell’UE quali l’economia circolare, il turismo sostenibile, la gestione dei rifiuti e la transizione energetica.

La 47esima Assemblea della CRPM, in corso di svolgimento al Real Albergo delle Povere di Palermo, ha visto oggi riunite le intercommissioni, composte dai tecnici delle Regioni europee e da funzionari della Commissione UE, per valutare esperienze, bisogni e priorità d’investimento nelle Regioni Periferiche e Marittime.

Introdotta dal Direttore esecutivo della CRPM, Davide Strangis, si è tenuta oggi la presentazione sul pacchetto legislativo e sull’azione dell’UE a favore dell’Economia Circolare a cura di François Alfonsi, Membro del Parlamento europeo; Georges Kremlis, DG Ambiente, Commissione Europea; Frederic Lopez, Esperto, Economia circolare, Ambiente e Energia. Alla presentazione sono seguite le tavole rotonde tecniche. Nella giornata di domani, è atteso l’arrivo di Vasco Cordeiro, Presidente della CRPM e Presidente del Governo delle Azzorre e del Direttore Esecutivo, Nicolas Brookes.

Grande soddisfazione per l’evento è stata espressa dal Vicepresidente ed Assessore all’Economia della Regione Siciliana, Gaetano Armao, che ha presenziato la Convention in qualità di Vicepresidente della CPRM. “La Sicilia si proietta oggi al centro del confronto tra le regioni marittime europee il cui sviluppo passerà attraverso l’impiego di strategie a supporto dell’economia circolare. I temi all’ordine del giorno di questa Assemblea della CRPM, in particolar modo il turismo sostenibile e la transizione energetica, entreranno rapidamente nell’agenda delle priorità delle regioni e vedranno la nostra Regione in prima fila nell’attuazione.”

La Conferenza delle Regioni Periferiche e Marittime – CPMR in inglese – è un’Organizzazione rappresentativa di circa 160 regioni, principalmente appartenenti all’Unione europea, che dal 1973 rappresenta uno degli interlocutori privilegiati degli organi decisionali comunitari. La CRPM focalizza i suoi interessi su sei tematiche principali: coesione sociale economica e territoriale, politiche marittime di crescita sostenibile, politiche su trasporti e accessibilità, governo dei territori europei, energia e cambiamenti climatici, politiche di vicinato.

La Regione siciliana aderisce alla CRPM e fa parte della Commissione Intermediterranea e della Commissione Isole.