I recenti casi di violenza che si sono registrati a Palermo, preoccupano il sindaco Lagalla che annuncia misure per arginare un fenomeno sempre più frequente, soprattutto nei luoghi della movida notturna ma anche all’interno degli ospedali.

La violenza al Civico

L’ultimo caso è stato registrato all’ospedale Civico. I sanitari del reparto di radiologia sono stati aggrediti dal parente di un defunto per Covid. Si sono scagliati contro il personale con gravi minacce del tipo “così come è morto mio padre, dovete morire anche voi”. Il personale in servizio è stato strattonato e colpito da diversi energumeni fuori controllo”. Un medico è stato preso per il collo, un tecnico è stato colpito in un occhio, un altro è stato strattonato violentemente per costringerlo ad aprire la porta dell’adiacente sala operatoria.

Aggressioni intollerabili

“Ancora una volta le cronache ci mettono davanti a intollerabili aggressioni nei confronti degli operatori della sanità, ai quali è rivolta la mia solidarietà, certo che vengano rafforzati le postazioni di sicurezza nelle strutture ospedaliere”, questo il commento del primo cittadino palermitano al’ennesimo atto di violenza avvenuto in uno dei nosocomi di Palermo.

Allarme baby gang

Ma sul tema sicurezza non possono non preoccupare le allarmanti segnalazioni di cittadini e turisti di crescita di del numero di aggressioni e azioni malavitose di baby gang, tanto nel centro storico, quanto negli altri quartieri di Palermo. “Siamo consapevoli – aggiunge Lagalla nella sua lettera ai cittadini – dell’incessante sforzo delle forze dell’ordine nel contrasto a queste forme di microcriminalità, incluse lo spaccio e il consumo di sostanze stupefacenti e in questa direzione abbiamo coinvolto anche il comando della polizia municipale”.

Aumento dei controlli in città

“Occorrerà monitorare con particolare attenzione la dimensione del fenomeno sul territorio urbano e metropolitano e in questo senso alcune azioni sono state già intraprese, come l’aumento dei controlli in alcuni punti nevralgici della movida e in determinati giorni della settimana. In base ai dati rilevati, l’obiettivo sarà intraprendere ulteriori azioni strategiche, al fine di garantire piena sicurezza ai palermitani e una tranquilla ospitalità ai turisti che affollano la nostra città”.