• Il maltempo imperversa a Vittoria, nel Ragusano
  • Fiumi di acqua e di rifiuti si sono riversati sulle strade
  • Tanti i danni causati alle aziende agricole

Il maltempo sta sferzando Vittoria, nel Ragusano, dove la pioggia copiosa sta allagando le strade. Non solo, perché dai video realizzati dai residenti, si scorgono dei rifiuti ingombranti trascinati dalla forza dell’acqua, che sta rendendo la situazione tutt’altro che semplice.

Rifiuti ingombranti trascinati dall’acqua

Ci sono degli ostacoli in alcune vie del centro agricolo, tra cui porte e vecchi armadi che sono finiti a ridosso delle auto, rendendo praticamente impossibile il passaggio, già appesantito dall’acqua, che, nel volgere di poco tempo, ha raggiunto livelli pericolosi.

Danni alle aziende agricole

Tantissimi i danni che si sono registrati nelle aree dove ci sono le aziende agricole del Vittoriese: la tromba d’aria ha sradicato le serre, mandando all’aria le produzioni e conseguentemente gli investimenti degli imprenditori del settore, assolutamente strategico non solo a Vittoria ma in una buona fetta del Ragusano e della Sicilia orientale.

La tromba d’aria nel Siracusano

Una petroliera di 3616 tonnellate ha rischiato di schiantarsi verso la diga foranea del porto commerciale di Augusta, a causa della tromba d’aria che nella giornata di ieri ha colpito la zona del Siracusano. E’ stato determinante l’intervento dei piloti e dai rimorchiatori, che l’hanno riportata in sicurezza nonostante una avaria alle macchine.

Tornado a Catania

L’ondata di maltempo che ha colpito ieri l’area sud della città di Catania ha creato danni ingenti alle tensostrutture che ospitano l’area tamponi di via Forcile e dell’aeroporto. In entrambi i casi, rende noto l’Asp etnea, l’attività è temporaneamente sospesa. Questa mattina il commissario per l’emergenza Covid, Pino Liberti, ha effettuato un sopralluogo.

Danni in Sicilia

È una Sicilia che si lecca le ferite quella nel day after della giornata di maltempo di ieri che ha flagellato diverse province. Ci vorranno almeno le prossime 24 ore per poter uscire dall’emergenza causata dalle abbondanti piogge di ieri.

FOTO E VIDEO FORNITI DA FRANCO ASSENZA