• I carabinieri hanno arrestato un ladro di auto
  • Aveva prelevato una macchina a Pozzallo
  • Inseguito dai carabinieri sulla Siracusa-Gela
  • Bloccato prima della fuga a piedi

I carabinieri hanno arrestato un 55enne di Catania, P.N. che ha prima rubato una macchina a Pozzallo, nel Ragusano, ma inseguito dai carabinieri sull’autostrada Siracusa-Gela l’ha abbandonata per poi scappare a piedi.

Arrivato da Catania per rubare

A seguito del giudizio direttissimo, il Tribunale di Ragusa ha convalidato l’arresto disponendo la misura degli arresti domiciliari. Secondo una prima ricostruzione dei militari, l’uomo, con precedenti penali per reati contro il patrimonio, si sarebbe recato da Catania a Pozzallo, probabilmente accompagnato da un complice o arrivato a bordo di un mezzo pubblico, fatto sta che il suo piano sarebbe stato di rubare un’auto.

Il posto di controllo allo svincolo

Non è ancora chiaro se avesse in mente di portare via proprio quella macchina, una Fiat Panda, o se, invece, ha scelto per caso. Una volta presa quella macchina, il suo intento sarebbe stato di tornare a casa e magari piazzare la refurtiva al mercato nero ma è incappato in un posto di controllo dei carabinieri, in prossimità dell’ingresso  dello svincolo autostradale   Ispica- Pozzallo.

L’inseguimento sull’autostrada

Spaventato dall’idea di essere fermato, ha premuto il piede sull’acceleratore per provare a seminare i militari e ne è nato un inseguimento per circa 2 km fino a quando il 55enne ha lasciato il mezzo sul ciglio della strada per poi tentare la fuga a piedi, nelle campagne circostanti.

Bloccato prima della fuga a piedi

E’ stato bloccato prima che potesse scavalcare il  guard-rail che divide la corsia di marcia con quella opposta. E’ scattato l’arresto con l’accusa di  furto aggravato e poco prima dell’udienza al palazzo di giustizia di Ragusa ha trascorso qualche ora nella camera di sicurezza del comando della Compagnia di Modica.