• Arrestata a Vittoria una coppia di ladri
  • Avrebbero voluto rubare in una casa
  • Uno è domiciliari, l’altro è in carcere
  • L’indagine è stata condotta dalla polizia di Vittoria e Comiso
  • Presente anche una pattuglia dei carabinieri

Gli agenti del commissariato di polizia Vittoria e Comiso, nel Ragusano, insieme ai carabinieri della Compagnia di Vittoria, hanno tratto in arresto, per furto aggravato in concorso,  S.I., tunisino di 34 anni e  L.Z., di 26 anni,  entrambi con precedenti penali.

Il blitz dei ladri

E’ stata una segnalazione a fare scattare l’allarme: chi ha chiamato la polizia ha sostenuto di aver visto due uomini ed uno di loro dopo essersi arrampicato aveva ormai raggiunto il balcone di un’abitazione, a Vittoria. Secondo il testimone,  era pronto a forzare l’infisso per poter accedere all’interno della casa.

L’arrivo della polizia

Gli agenti dei commissariati, dopo essere arrivati sul posto in cui erano stati segnalati i ladri, hanno circondato lo stabile riuscendo a bloccare uno dei due, il tunisino, che, secondo quanto svelato dalla Questura di Ragusa, era appostato per strada di fronte all’abitazione, che faceva da “palo” al suo complice.

Il tentativo di fuga

Vistosi scoperto, l’uomo, nonostante avesse opposto resistenza per cercare di scappare, è stato bloccato e sistemato nell’auto di servizio della polizia. Il rumore di vetri infranti ha poi consentito ai poliziotti  di individuare l’appartamento preso di mira dal secondo ladro, che è stato poi rintracciato e bloccato dentro l’appartamento.

Uno in carcere

I due indagati sono stati tratti in arresto e, su disposizione dell’autorità giudiziaria, il tunisino è stato posto agli arresti domiciliari, mentre L.Z. è stato condotto in carcere.