Si è trasformato in una torcia umana un uomo di 39 anni che questa mattina, intorno alle 9, dopo essersi cosparso del liquido infiammabile si è dato fuoco. La vittima si trova ricoverata nel Centro grandi ustioni dell’ospedale Cannizzaro di Catania dove è arrivato nei minuti successivi al soccorso prestato, in prima battuta, dai vicini di casa.

Secondo una prima ricostruzione, al vaglio dei carabinieri che hanno avviato le indagini, il trentanovenne ha portato a termine il drammatico gesto nel cortile della palazzina in cui vive. Gli inquirenti non escludono che l’episodio sia riconducibile ad un crollo nervoso da parte dell’uomo ma sono in corso degli accertamenti con la famiglia per provare a trovare una spiegazione.

Una settimana davvero infernale nel Siracusano dove, nello spazio di poche ore, sono morte due persone, un anziano a Lentini, ed una vedova a Canicattini, divorati dagli incendi scoppiati nelle loro abitazioni. Ma in quei casi si è trattato di incidenti, come emerso al termine degli accertamenti da parte dei vigili del fuoco. In ogni caso, la Procura di Siracusa ha aperto un’inchiesta per avere maggiori certezze su entrambi i roghi ma un altro fascicolo riguarda la vicenda del trentanovenne.