Nella giornata di ieri i Carabinieri della Stazione di Alcamo, a conclusione di una mirata attività di indagine hanno denunciato in stato di libertà il tunisino E.C., 51 anni, disoccupato, senza fissa dimora per i reati di lesioni personali aggravate e porto abusivo di armi, in quanto ritenuto responsabile dei fatti accaduti la sera di sabato 22 febbraio.

A seguito di una denuncia presentata presso la locale Stazione dalla vittima, che dichiarava di essere stato accoltellato la sera di sabato da un nordafricano, iniziava la serrata indagine dei militari dell’Arma al fine di scoprire l’autore del violento gesto.

Il giovane, che effettivamente riportava i segni del ferimento ed un referto medico del locale nosocomio con una prognosi di 7 giorni per ferita lacerocontusa in regione sottomandibolare, forniva una precisa descrizione del suo aggressore indicando precisi particolari inerenti l’abbigliamento, fondamentali per i Carabinieri al fine dell’individuazione del malvivente.

Infatti, dopo l’esame di molteplici immagini estrapolate da circuiti di video sorveglianza pubblici e privati sparsi per le vie della città, sono bastate appena che 24 ore per individuarlo e denunciarlo all’Autorità Giudiziaria competente.

La lite tra i due, per futili motivi, era scaturita nei pressi della Via Fortuna ad Alcamo.
Il tunisino aveva estratto un coltello colpendo la vittima sotto il mento.