Un gesto di solidarietà salverà la vita di altri siciliani. Un prelievo multi organo è stato effettuato stanotte nella Rianimazione dell’ospedale S. Antonio Abate di Trapani. I medici, con il consenso dei familiari, hanno prelevato fegato, reni e cornee da un donatore di 75 anni in morte cerebrale per emorragia cerebrale, destinati a riceventi siciliani.

Ad eseguire l’intervento iniziato alle 4 del mattino, sono stati i chirurghi dell’Ismett di Palermo con il supporto di un’equipe locale di sala Operatoria, Anestesia e Rianimazione diretta da Antonio Cacciapuoti e coordinata da Cristina Agozzino e Ivan Paesano, e di Oculistica diretta da Federico Cucco.

L’intervento è stato eseguito dopo il necessario accertamento della morte encefalica disposto da una commissione di medici e tecnici  composta da Antonio Cacciapuoti, Matteo La Rosa, Rosa Maria Brai, Angela Colomba.

“Un profondo ringraziamento va alla famiglia di questo donatore – ha detto il direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, Fabio Damiani – si tratta di grande atto d’amore e solidarietà che permette di salvare una vita. Esprimo il mio apprezzamento ai medici e a tutta l’equipe sanitaria multi aziendale per la grande professionalità che ha permesso di compiere il prelievo con successo”.