giovedì - 14 dicembre 2017

 
#Totò Riina#messina denaro#carabinieri#polizia municipale#oroscopo

Archivio

Indagine nata dalle aggressione nei pronto soccorso catanesi

Uno studio di infortunistica base strategica per i falsi incidenti: 4 persone arrestate dopo le aggressioni ai medici del Pronto Soccorso a Catania (FOTO E VIDEO)

I reati contestati sono di associazione per delinquere finalizzata alla truffa in danno di compagnie assicuratrici e corruzione in atti giudiziari

0 condivisioni

La criminalità organizzata dietro le aggressioni al Pronto Soccorso, 7 arresti per truffa assicurativa e corruzione giudiziaria

I reati contestati sono di associazione per delinquere finalizzata alla truffa in danno di compagnie assicuratrici e corruzione in atti giudiziari

0 condivisioni

Dalla turbativa d’asta alle scommesse clandestine, trenta ordini di custodia a Messina dove la mafia controllava anche le vendite di immobili al Comune

Le collusioni della mafia catanese a Messina e dintorni. Una trentina di arresti per estorsioni, turbativa d’asta, armi e scommesse clandestine

0 condivisioni

gli affari dei 'Mussi ri ficudinia' a Catania

Mafia, l’ascesa del clan Laudani: da allevatori a San Cristoforo a temibile gruppo criminale

Il clan Laudani che fa capo al vecchio boss Sebastiano Laudani, 91 anni, negli ultimi dieci anni, è stato uno dei gruppi mafiosi più agguerriti nella storia criminale catanese.

0 condivisioni

operazione della squadra mobile di catania

Mafia, finisce in una villa in Toscana la latitanza di Concetto Bonaccorsi ‘capo’ dei Carateddi (FOTO)

Finisce in Toscana la latitanza di Concetto Bonaccorsi storico capo dei Carrateddi. Già nel 1991, appena sposato, era stato arrestato per duplice omicidio.

0 condivisioni

operazione antimafia dei carabinieri

Le estorsioni del clan Toscano-Mazzaglia all’imprenditore di Biancavilla: 6 arresti (VIDEO)

Le indagini sono state avviate grazie alla collaborazione un imprenditore di Biancavilla costretto da diversi anni a pagare  somme di denaro a titolo di “protezione”.

0 condivisioni

il 31 marzo la sentenza in appello

Processo Iblis, Incarbone in aula rivela il ‘baratto’ : “Fui contattato dai Ros per parlare dei Lombardo”

A due giorni dalla sentenza d’appello all’ex governatore Raffaele Lombardo il ‘particolare’ fa rumore nel mondo giudiziario.

0 condivisioni

il patrimonio da 27 milioni di euro riconducibile a francesco ivano cerbo

Mafia: società, immobili e conti correnti, maxi confisca di beni per il padre di ‘Scarface’

Beni per oltre 27 milioni di euro sono stati confiscati dalla Guardia di finanza di Catania a Francesco Ivano Cerbo, 57 anni. Disposta anche la sorveglianza speciale.

0 condivisioni

accesso nel cantiere da parte della dia

G7, controlli antimafia a Taormina: ai raggi ‘x’ lavori ospedale San Vincenzo

Controlli antimafia nei cantieri in vista del G7 di Taormina sono stati eseguiti dal Gruppo Interforze coordinato dalla Prefettura di Messina.

0 condivisioni

gestiti dalla famiglia dell'ergastolano pruiti

Gli affari della mafia di Cesarò: terreni in affitto, allevamenti e commercio di carne sui Nebrodi (VIDEO E FOTO)

Gli affari illeciti nella zona del Parco dei Nebrodi gestiti dalla famiglia dell’ergastolano Giuseppe Pruiti. Dia Catania e Messina sequestrano beni da due milioni di euro.

0 condivisioni

i retroscena dell'operazione 'piramidi'

Non solo i rifiuti, ma anche le estorsioni alla pizzeria di Aci Castello

Nell’ambito dell’attività investigativa che ha portato ai 14 arresti con l’operazione antimafia ‘Piramidi’ sono emerse anche una serie di estorsioni e di prestiti a usura.

0 condivisioni

inchiesta della dda di catania: 14 arresti

Funzionari coinvolti nel nuovo scandalo sui rifiuti, Crocetta: “Subito sospesi, sconti a nessuno”

Il presidente Rosario Crocetta: “Non ci troviamo di fronte alla semplice corruzione ma a un danno alla salute dei cittadini e dell’ambiente. Non faremo sconti, i funzionari saranno sospesi nelle more della procedura di licenziamento”.

0 condivisioni

perquisizioni tra catania, siracusa e palermo

Mafia e rifiuti, 14 arresti. Blitz dei carabinieri in Sicilia: gli affari degli imprenditori e i funzionari pubblici compiacenti

Le indagini, coordinate dalla Dda di Catania, hanno fatto luce su un traffico dei rifiuti da due imprenditori, padre e figlio, ritenuti appartenenti a “Cosa nostra” catanese.

0 condivisioni

i legami con la cosca dei santapaola di picanello

Mafia, gli affari della ‘famiglia’ dei barcellonesi: fatturati d’azienda schermati con la complicità dei prestanome (VIDEO)

All’esponente del gruppo mafioso Santapaola di Picanello confiscate: due imprese, due fabbricati e otto terreni, 13 mezzi strumentali alle attività, una polizza vita e vari rapporti finanziari.

0 condivisioni

l'operazione della polizia a Catania

Sequestrati soldi, auto di lusso e due bar: ‘patrimoni illegali, ma in regola…un ossimoro’ (VIDEO)

Ci sono anche due bar e delle auto di lusso nel sequestro di beni eseguito stamani a Catania dalla polizia, un patrimonio che supera i 3milioni e mezzo di euro.

0 condivisioni

ci sono anche due noti esercizi pubblici

Sequestrati beni per 3.5 milioni di euro: sigilli al patrimonio della mafia catanese

Sigilli al patrimonio della mafia catanese. I poliziotti dell’Anticrimine e gli agenti della Squadra Mobile etnea hanno eseguito il sequestro di un ingente patrimonio.

0 condivisioni

Mafia dei Nebrodi, le estorsioni all’interno del Parco: i terreni sottratti con la forza

Ordinanze di custodia cautelare in carcere sono state emesse nei confronti delle nove persone fermate da carabinieri del Ros di Catania e del comando provinciale di Messina.

0 condivisioni

i dati della dia pubblicati dal ministero dell'interno

La mappa della mafia a Catania e in provincia: interessi, alleanze e contrapposizioni tra i clan

Da un lato Cosa Nostra a Catania e in provincia è rappresentata dalle famiglie Santapaola e Mazzei e i La Rocca su Caltagirone. Dall’altro i clan, fortemente organizzati: Cappello-Bonaccorsi e Laudani.

0 condivisioni

sequestrato dalla polizia di catania

Catania, lo storico Etna Bar gestito da un uomo del clan Cappello (VIDEO)

Per mesi gli agenti della sezione anticrimine della questura hanno radiografato l’asset del locale scoprendo un particolare non di poco conto che il gestore non è altro che un uomo del clan Cappello.

0 condivisioni

sigilli a società, ludoteca e tabacchi

Mafia, tra i beni sequestrati a Catania c’è lo storico Etna Bar di San Giovanni Galermo (VIDEO)

C’è il noto Etna Bar, a San Giovanni Galermo, tra i beni sequestrati dalla sezione Anticrimine della polizia, perchè riconducibili ad esponenti della mafia catanese.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.