Un medico in servizio all’ospedale “Giovanni Paolo II” di Sciacca (Agrigento) è risultato positivo al Coronavirus. A confermare il caso è stata la stessa direzione sanitaria del nosocomio. Avrebbe contratto il virus nella zona del Bergamasco, dove si era recata recentemente. Sono in corso esami del tampone nei confronti di tutte le persone che sono state a contatto con lei.

Fonti dell’assessorato regionale alla Sanità fanno sapere che sono in corso gli accertamenti di natura epidemiologica sul caso di sospetta positività al Coronavirus emerso a Sciacca.

Si tratta di un dirigente medico che, come in altri casi finora rilevati in Sicilia, avrebbe avuto contatti con le zone di focolaio d’origine. L’Asp di Agrigento sta assumendo iniziative per circoscrivere il reparto di lavoro del professionista, effettuando il tampone sul personale sanitario e valutando tutte le successive azioni in relazione agli eventuali risultati. Dall’assessorato viene sottolineato che si applicano, come per tutti i casi analoghi, le linee guida diffuse dal ministero della Salute.