L’aumento degli sbarchi di migranti registrato in questi ultimi giorni, riaccende la polemica politica su un tema da sempre fonte di contrapposizione tra i partiti. Ed in tempi coronavirus, di rispetto norme distanziamento sociale ed in più generale anti contagio ecco che la polemica si fa rovente. A farsi amplificatore del malcontento di amministratori e di cittadini dell’agrigentino è la presidente della IV commissione all’Ars Giusi Savarino.

“Come avevo predetto con l’allarme che ho lanciato il 13 Aprile, con la bella stagione riprendono gli sbarchi fantasma sulla costa dell’Agrigentino. Oggi una cinquantina sbarcati a Torresalsa. Non è ammissibile!Torno a dare voce ai tanti amministratori e cittadini della mia provincia giustamente preoccupati, è una vergogna il silenzio del Governo Conte, non è possibile che si voltino dall’altro lato e facciano finta di niente – prosegue -, in un momento di emergenza sanitaria gravissima. Debbono trovare subito una soluzione! Non possiamo vanificare così gli sforzi che i siciliani hanno fatto in questi mesi, chiedo che le nostre coste vengano pattugliate di più ed in modo più efficace, com’è possibile che i clandestini non vengano intercettati in mare e arrivino indisturbati sulle nostre coste, nelle nostre strade? Non è razzismo, ma oggi la posta in gioco è troppo alta, oggi il coronavirus arriva incontrollato dal mare e mette in pericolo la nostra vita!”.

Gli replica a stretto giro di posta via social l’eurodeputato e vicepresidente della Commissione Libe Pietro Bartolo.

“La deputata regionale siciliana Giusi Savarino si è allarmata e ha ‘dato voce’ ai cittadini della sua provincia, cioè Agrigento, lamentando che i “clandestini non vengono intercettati in mare e arrivano indisturbati sulle nostre coste. Di più, la presidente della commissione Ambiente all’Ars, mostra una certezza: ‘Il coronavirus arriva incontrollato dal mare e mette in pericolo la nostra vita’. E qui gli scienziati vacillano: dall’inizio della pandemia ad oggi, infatti, non è risultato positivo ai test nessun migrante arrivato in Sicilia. I contagi, come è noto, sono arrivati dal nord Italia. La presidente Savarino deve aver consultato gli esperti di Trump. Ma non quelli del suo presidente Musumeci che ha ‘aperto’ agli arrivi in Sicilia dal resto d’Italia. Certo, Savarino precisa anche che il suo ‘non è razzismo’. Non nutriamo dubbi”.