I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Piazza Dante, in flagranza di reato, hanno arrestato il 22enne catanese Nicola Sparti con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Risale soltanto allo scorso 12 gennaio il suo precedente arresto da parte dei carabinieri, avvenuto dopo una rocambolesca fuga in moto, inseguito a piedi dai militari, nei viali dell’area verde di via Del Parco tra i passanti e poi conclusasi con il suo schianto su una panchina e le inevitabili manette.

Sparti pertanto era stato messo agli arresti domiciliari presso la sua abitazione ma il suo stato detentivo non gli ha impedito di continuare a vendere la droga.

I militari infatti, che non avevano ancora abbassato la guardia su di lui, hanno sfruttato l’occasione di un normale controllo della misura detentiva per riscontrare ciò che avevano ipotizzato, quindi, notato anche un particolare stato d’ansia da parte del giovane a causa della presenza degli stessi militari che già lo avevano arrestato qualche giorno prima, hanno ben pensato di fare un controllo all’interno della sua abitazione.

L’iniziativa è stata fruttuosa in quanto, a seguito della perquisizione, è saltata fuori una busta contenente 90 grammi di marijuana e ben 2.630 euro, provento dell’attività di spaccio.

L’arrestato è stato ricollocato agli arresti domiciliari in attesa delle determinazioni dell’autorità giudiziaria.