La sentenza del Cgars ha assegnato al Consorzio stabile “Medil” (Benevento) l’appalto bandito da Ferrovia Circumetnea per la costruzione della tratta Monte Po-Misterbianco centro (Monte Po) della metropolitana di Catania.

Il commento dell’assessore regionale alle Infrastrutture

«La pubblicazione dell’attesa sentenza del Cga Sicilia chiude la querelle sull’affidamento del fondamentale lotto della metropolitana etnea che unisce la linea esistente alla città di Misterbianco. Una bella notizia per Catania, la sua provincia, ma anche per l’intera Regione che vede avvicinarsi lo sblocco di un’opera da ben 124 milioni di euro. Alla stessa impresa indicata dal Cga, una decina di giorni fa, è stato aggiudicato il lotto di completamento della tratta Stesicoro-Aeroporto, per un valore di 402 milioni di euro. Partono dunque due commesse cambieranno mobilità e assetti infrastrutturali, diventando anche un notevole polmone socio-economico per il territorio. Confidiamo adesso nella fattività di Ferrovia Circumetnea, per una celere definizione di appalti e contratti e l’apertura dei cantieri già entro la fine del 2021», è il commento dell’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone.

La Circumetnea è uno strumento cardine per la svolta infrastrutturale dell’Isola

«Il Governo Musumeci, assieme all’Amministrazione Pogliese e su costante impulso di Fce – prosegue Falcone – aveva lavorato per mettere in sicurezza i fondi dall’Unione europea utili a costruire la nuova tratta metro fino all’aeroporto Fontanarossa. Per la Regione, del resto, la Circumetnea è un partner istituzionale di assoluto rilievo, strumento cardine per la svolta infrastrutturale dell’Isola. Adesso – conclude l’assessore Falcone – può davvero giungere a compimento l’iter per la costruzione della metro di Catania, opera dal valore storico per l’intera Sicilia».

Aggiudicati a Catania i lavori per il tratto della metropolitana Stesicoro-aeroporto

Sono stati aggiudicati i lavori per costruire il tratto ferroviario Stesicoro – Aeroporto della metropolitana di Catania, un altro tassello per arrivare alla piena operatività dei trasporti dall’aeroporto catanese fino al capoluogo.
Soddisfatto l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone dopo che l’Associazione temporanea di imprese Consorzio stabile “Medil” si è aggiudicata i lavori.

“Con l’aggiudicazione dei lavori della metropolitana da piazza Stesicoro fino all’aeroporto di Catania – ha detto -, poniamo le basi per scrivere un’altra pagina storica per le infrastrutture a Catania. L’obiettivo del 2025 per avere finalmente l’intermodalità nei trasporti fra Fontanarossa e il capoluogo etneo diventa sempre più realistico e ringrazio tutti gli attori, dalla Ferrovia Circumetnea a imprese e tecnici, a lavoro ogni giorno verso questo traguardo”.

Il via libera per la realizzazione della tratta Stesicoro-Aeroporto Fontanarossa della metropolitana di Catania era arrivato nel novembre 2019. L’appalto prevede un lotto da 6,8 chilometri di infrastruttura metropolitana che comprende lo scavo della galleria da Palestro fino all’aeroporto, nonché il completamento e le attrezzature di ben otto stazioni, di cui alcune già in costruzione, da piazza Stesicoro fino a Fontanarossa. L’importo dei lavori da appaltare, finanziati dalla Regione Siciliana attraverso fondi comunitari, supera i 380 milioni di euro.

“Manteniamo l’impegno su un’opera strategica e attesa da decenni – prosegue Falcone – finanziata con quasi 400 milioni di euro dal Governo Musumeci attraverso la virtuosa acquisizione di risorse di provenienza comunitaria. Con la stazione ferroviaria “Fontanarossa”, da aprire nel 2021, e l’arrivo della metropolitana all’aeroporto, entro pochi anni sarà davvero possibile raggiungere lo scalo etneo senza fare ricorso all’auto privata. Per l’economia, il traffico e le abitudini quotidiane dei catanesi e non solo – conclude Falcone – sarà una svolta di respiro internazionale”. L’esponente del Governo Musumeci sarà in sopralluogo lunedì 20 luglio al cantiere della tratta Nesima-Monte Po, in vista della rimozione del restringimento sulla Circonvallazione di Catania necessario per i lavori.