• Il 4 gennaio scorso, all’ospedale Cannizzaro di Catania, vennero rubate oltre 16mila mascherine, per un valore complessivo di circa 38mila euro
  • Il furto messo a segno nel reparto di Geriatria
  • Due persone sono state adesso denunciate dalla polizia per furto aggravato in concorso
  • Ad incastrarle le immagini delle telecamere di videosorveglianza

Due persone, di 33 e 34 anni, sono state denunciate a Catania dalla Polizia di Stato perché ritenute gli autori di un furto di 16.640 mascherine, per un valore complessivo stimato in circa 38.000 euro, avvenuto il 4 gennaio scorso all’ospedale Cannizzaro.

L’accusa di furto aggravato in concorso

Le due persone devono adesso rispondere di furto aggravato in concorso. In quella occasione i malviventi, dopo aver forzato la porta d’ingresso del reparto di Geriatria, si impossessarono di 2.000 mascherine FFP2 e di 14.640 mascherine FFP.

Incastrati dalle telecamere di videosorveglianza

Decisive per le indagini sono state le immagini registrate dalle telecamere del sistema di videosorveglianza dell’ospedale, che hanno permesso agli investigatori di individuare gli autori, arrivati in ospedale a bordo di una Fiat ‘500 L’ e di un Renault ‘Clio’.

Un altro furto all’ospedale Buccheri La Ferla

Negli ultimi giorni è stato messo a segno un altro furto in ospedale ma stavolta a Palermo. Il furto si è consumato nell’ufficio di prenotazioni e ticket dell’ospedale Buccheri La Ferla in via Messina Marine. Qualcuno ha forzato l’ingresso del Cup portando via circa 500 euro che si trovavano in cassa. Il furto è avvenuto nella notte tra lunedì e martedì. I vertici dell’azienda ospedaliera hanno presentato denuncia alla polizia che sta acquisendo le immagini dei sistemi di videosorveglianza della zona con la speranza di identificare gli autori del furto.
Sono intervenuti anche gli agenti della scientifica per cercare di trovare impronte utili per risalire a chi si è introdotto nell’ufficio portando via il contenuto della cassa. Le indagini stanno proseguendo serrate.