I Carabinieri di Gravina di Catania (Ct) hanno arrestato un uomo di 34 anni ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate nei confronti della compagna di anni 49.

I militari sono stati avvisati da un vicino di casa della coppia che riferiva di una violentissima lite in corso nella vicina abitazione. I Carabinieri una volta giunti nell’appartamento hanno trovato parte dell’arredo danneggiato.

Lui, in particolare, era in preda ai fumi dell’alcol mentre la donna aveva un occhio gonfio e si nascondeva dal compagno mostrando ai militari un fazzoletto intriso di sangue. La 49 enne ha raccontato di calci e pugni da parte delll’uomo e violenze avvenute nel corso degli ultimi giorni mai denunciate per timore di più gravi ripercussioni. 

La donna è stata soccorsa dal 118 e trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Cannizzaro. Qui i medici le hanno riscontrato un trauma alla faccia e al petto e la frattura di due costole. Dopo le cure la vittima ha denunciato il compagno violento che è stato arrestato e portato al carcere Piazza Lanza in attesa delle decisioni del giudice.