Dichiarato lo stato di agitazione per 50 lavoratori impiegati nella manutenzione delle autostrade del Cas.

Resta ancora incerto il futuro occupazionale, in vista del passaggio di affidamento dei lavori da una ditta ad
un’altra, senza rassicurazioni sul reimpiego dei lavoratori. Per questo è stato chiesto un incontro all’ente regionale “senza ottenere risposta”, ha sottolineato il segretario provinciale della Fiom – Cgil di Messina, Daniele David.

“Domani – ha aggiunto – si terrà l’incontro tra l’azienda uscente, la committenza e l’azienda subentrante. In vista di questo appuntamento, il 5 novembre abbiamo avanzato una richiesta di incontro urgente con la direzione generale del Cas finalizzata innanzitutto alle tutela dei livelli occupazionali, a cui però non è stata data risposta”.

Per questo la Fiom di Messina annuncia che “se non ci sono notizie sui livelli occupazionali si avvierà una fase di mobilitazione”, ha concluso David.