Nel pomeriggio di domenica, il personale del Commissariato di Milazzo è intervenuto su richiesta degli impiegati del punto vendita Decathlon del Centro Commerciale Parco Corolla della stessa città, i quali comunicavano che, poco prima, un addetto alla vigilanza aveva fermato una donna resasi responsabile del furto di capi di abbigliamento, dai quali aveva rimosso i dispositivi antitaccheggio con l’ausilio di un paio di forbici del tipo “da elettricista”, che poi aveva occultato assieme alla refurtiva all’interno della propria borsa.

Giunti immediatamente sul posto, i poliziotti hanno cercato e, poi, identificato l’autrice del reato. Antonina Misiti, di 34 anni, è stata arrestata per tentato furto aggravato dalla violenza sulle cose e denunciata a piede libero per il reato di ricettazione poiché nel suo portafoglio è stata rivenuta una carta di identità in corso di validità che risulta rubata nel 2018. Per la donna, l’Autorità Giudiziaria ha convalidato la misura degli arresti domiciliari.

Al contempo, i poliziotti hanno denunciato un’altra donna di 33 anni, ritenuta complice, per il concorso nel reato di tentato furto aggravato.