Aumenta sempre di più il fronte dei “no vax”, o comunque di chi non è mai stato convinto di vaccinarsi contro il covid19. Le testimonianze di chi non si era vaccinato per propria volontà e che poi è stato costretto al ricovero ospedaliero, rischiando la vita, si susseguono. Dopo quelle raccolte dal cappellano dell’ospedale di Partinico, che ha raccontato del dolore e del pentimento di chi oggi si trova ricoverato per covid, adesso ci sono anche le testimonianze di chi si reca a Palermo per sottoporsi al vaccino. Ed è il caso, ad esempio, del signor Giuseppe Sileno, 67 anni, residente nel quartiere dell’Arenella. Ha voluto rendere nota la sua storia nella speranza di poter convincere i “no vax”.

“Ho visto la morte con gli occhi

“Io sono qua a vaccinarmi – afferma Sileno, tra coloro che hanno aderito questa mattina al ‘vaccini tour’ organizzato a Palermo dal commissario per l’emergenza covid Renato Costa – perché ho visto la morte con gli occhi. Sono stato ricoverato 33 giorni, con 18 giorni di terapia intensiva. Ringraziando Dio adesso sono qua”.

Il “VacciniTour” non si ferma: domani tappa a Capaci, giovedì a Terrasini

Dopo le somministrazioni di stamattina all’Arenella non si ferma il “Vaccini tour”. Il camper della struttura commissariale per la gestione dell’emergenza Covid a Palermo aggiunge altre due tappe. Domani, mercoledì 25 agosto, i medici e gli infermieri dell’ufficio del commissario Covid Renato Costa saranno a Capaci, al palazzo comunale Conti Pilo, dove resteranno dalle 10 alle 18 per immunizzare la popolazione. Giovedì 26 agosto, stesso orario, sarà la volta di Terrasini: il team mobile del personale sanitario in servizio presso la struttura commissariale vaccinerà quanti lo vorranno all’Ex Antiquarium.

A chi sono rivolte le iniziative

Le iniziative sono aperte a chiunque, residenti e non. Può venire chi ha già fatto la prima dose o chi attende la seconda, purché sia rispettata la naturale tempistica tra le due inoculazioni. Basta portare con se la tessera sanitaria e un documento d’identità in corso di validità. Come in tutti gli appuntamenti del #VacciniTour, è preferibile la prenotazione sulla piattaforma dell’hub provinciale vaccinale della Fiera del Mediterraneo, in modo da compilare già i moduli per l’immunizzazione e accelerare la procedura. Per Capaci il link di prenotazione è il seguente: https://fiera.asppalermo.org/site/hub/116. Per Terrasini, invece, ci si registra qui: https://fiera.asppalermo.org/site/hub/122.

Costa: “Tappe significative”

“Si tratta di due tappe significative, dal momento che in queste cittadine sono da poco scattate misure più restrittive per cercare di frenare i contagi – dichiara il commissario Covid della Città metropolitana di Palermo, Renato Costa -. Il miglior modo, nonché l’unico, per rallentare la corsa del virus, oltre che per alleviare gli effetti di un eventuale contagio e non finire in terapia intensiva, resta sempre il vaccino. Raccomandiamo a tutti di farlo prima possibile, perché questa è una corsa contro il tempo e contro l’eventualità che il virus muti ancora e diventi più aggressivo. Ne va della vita di ognuno di noi”.

Un percorso lungo

Con Capaci e Terrasini, il #VacciniTour dei medici e infermieri della struttura commissariale supera le 30 tappe nel palermitano, per un totale di oltre settemila somministrazioni in poco più di un mese che, sommate a tutte le altre iniziative itineranti di questo ufficio tra luglio e agosto (#VaccinInQuartiere, #NoVacciniNo[Ri]parti, #AperiVax, #VaccinArte, vaccini a domicilio o durante spettacoli ed eventi), portano il totale dei vaccini di prossimità a circa diecimila. Numeri che indicano il grande sforzo profuso dall’ufficio del commissario Covid di Palermo per massimizzare le immunizzazioni di prossimità, sul presupposto che se il caldo fa affluire meno persone all’hub, è l’hub a dover andare dalle persone.

 

Articoli correlati