Sono stati passati da cima a fondo i quartieri popolari di Avola, quelli in cui è consolidato il traffico di droga. Tra gli obiettivi delle forze dell’ordine c’era quello di verificare la presenza di una partita killer di stupefacenti dopo la morte di due giorni fa di un uomo di 43 anni, trovato senza vita nel sottoscala di una palazzina di edilizia popolare e stroncato da una overdose.

Nell’ambito di questi controlli, i poliziotti, che si sono avvalsi dell’aiuto dei cani antidroga, hanno messo sotto osservazione  un giovane di 25 anni, Danilo Scala: è stato rintracciato a ridosso delle case popolari del quartiere di Santa Lucia  ed è stato arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti per fini di spaccio. E’ ai domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida della misura cautelare.

Grazie al fiuto del cane App sono stati rinvenuti e sequestrati circa 10 grammi di cocaina, nascosti all’interno dell’intelaiatura di una motocicletta, poi i poliziotti hanno scovato un bilancino elettronico di precisione e 150 euro in contanti, probabile provento dell’attività di spaccio. Al momento, non ci sono legami tra la droga nella disponibilità del giovane con la morte del quarantatreenne.