Da mesi erano inquieti per alcuni furti nelle villette in contrada Arenella, zona balneare a sud di Siracusa. E così, i proprietari hanno deciso di creare una chat su WhatsApp per segnalare presenze sospette e magari chiedere in tempo reale l’intervento delle forze dell’ordine.

E grazie a questo sistema, i carabinieri della stazione di Cassibile sono riusciti ad acciuffare due presunti ladri, Roberto Breci, e Michael Berardi, entrambi 26 anni, disoccupati, siracusani, con precedenti penali, accusati  dai carabinieri di  tentato furto in abitazione, furto di un ciclomotore e resistenza a pubblico ufficiale.

“Noi non entriamo in azione. Se sentiamo un rumore o vediamo un movimento sospetto, usciamo di casa e segnaliamo – spiegano i residenti – . Le luci che si accendono o la presenza di persone in strada sono un primo buon deterrente per mettere in fuga i malintenzionati”.

Le informazioni fornite ai carabinieri, nell’operazione che ha portato all’arresto dei due indagati, sono state determinanti perchè hanno consentito alle forze dell’ordine di arrivare in tempo. Bloccare i giovani non è stato poi semplice in quanto avrebbero tentato la fuga in sella ad uno scooter, risultato poi rubato. Ora sono in attesa di essere interrogati al palazzo di giustizia.