Soddisfazione e apprezzamento da parte dell’esponente del Governo Musumeci per le agevolazioni messe in campo da Unicredit per i privati intestatari di mutui e le aziende ricadenti nei comuni, del siracusano e del ragusano, che hanno subito danni a causa del maltempo.

“Siamo grati e lieti che Unicredit abbia, con grande sensibilità, accolto con  favore la nostra richiesta. Stiamo da giorni lavorando perché il provvedimento venga esteso anche ad altri istituti di credito e ad altri territori, compresi
quelli delle uve IGP Mazzarrone e Canicattì – afferma Bandiera -. Si tratta certamente di una boccata di ossigeno per cittadini e aziende colpite dai disagi e ingenti danni, materiali ed economici, causati dalla grave situazione verificatesi a seguito di estremi eventi meteorologi”.

E proprio il maltempo è stato al centro anche della visita dell ministro degli Esteri Luigi Di Maio, lo scorso weekend nell’isola.
“Qualcuno mi ha criticato: sei ministro degli Esteri e vai in Sicilia? Sì, sono qui perché negli stessi giorni in cui si aiutava Venezia bisognava aiutare la Sicilia colpita dal maltempo. Sono venuto a chiedere scusa a nome dello Stato a molti sindaci: in questo territorio ci sono stati anche morti per maltempo” ha detto il Ministro

Di Maio ha aggiunto: “Il dissesto idrogeologico e il maltempo hanno colpito la Sicilia dal 25 ottobre e agli inizi di novembre era stato chiesto lo stato di emergenza. Questo stato di emergenza è stato approvato ieri in Cdm, in ritardo; finalmente abbiamo messo i primi 10 milioni di euro ma ce ne saranno altri da mettere e quindi finalmente i comuni potranno accedere ai questi fondi per mettere a posto i danni causati dal maltempo”.

Un maltempo che non lascia tregua come abbiamo potuto vedere nel Siracusano:le piogge hanno continuato a fare danni spezzando in due le reti stradali di collegamento dei Comuni della zona montana del Siracusano. Uno dei centri maggiormente penalizzato è stato Palazzolo Acreide.