Hanno rischiato di trasformarsi in delle torce umane i proprietari di un’abitazione in via Vitaliano Brancati, a Città Giardino, frazione di Melilli,  ma a ridosso di Siracusa. Un incendio, scoppiato nelle prime ore del mattino, intorno alle 6, ha avvolto il piano terra della palazzina, che è stato completamente distrutto, mentre i proprietari, svegliato presumibilmente dal fumo, sono riusciti a mettersi in salvo. E sono stati loro stessi, insieme ai vicini, allarmati per la colonna di fuoco provenire da quella casa,  a chiedere l’intervento dei vigili del fuoco, arrivati poco dopo le richieste di soccorso. I pompieri hanno arginato l’azione del rogo e dai controlli, compiuti nel corso dei sopralluoghi, è probabile che la causa sia da addebitare ad un corto circuito all’impianto elettrico della palazzina. Le vittime sono state curate dai medici del 118 che avrebbero riscontrato un po’ di intossicazione, causata dal fumo sprigionatosi dalle fiamme, ed uno stato di shock ma nulla di grave, comunque. Gli agenti di polizia, al comando del dirigente delle Volanti, Francesco Bandiera, hanno avviato le indagini e si serviranno della relazione dei pompieri per ricostruire i dettagli di quel che appare come un incidente.

Nelle scorse ore, si è verificato un altro incendio, anche in questo caso nel territorio di Melilli. In particolare, i vigili del fuoco si erano recati in via San Giovanni per  un rogo originatosi da una macchina parcheggiata in un seminterrato. Tanta la paura  per i residenti della palazzina che temevano per la propria incolumità, in quanto il rogo si era propagato con estrema rapidità. Ancora ignote le ragioni che hanno scatenato le fiamme, i pompieri, a tal proposito, non escludono nessuna ipotesi, tra cui un incidente. Ma serviranno delle altre verifiche prima di avere delle certezze, in ogni caso ad allertare i vigili del fuoco erano stati gli stessi residenti.