la nota dell'associazione ambientalista

Incendi, per il Wwf l’emergenza non è finita: “Clima ancora caldo e secco, bruciare le stoppie è reato”

Il WWF punta il dito, in particolare, sull'arcaica quanto illegale pratica della bruciatura delle stoppie: proprio in questo periodo, quando l'attenzione collettiva ed il clamore mediatico sul fenomeno degli incendi sembra essersi azzerato, c'è chi si sente quasi autorizzato ad usare il fuoco per smaltire le stoppie o “pulire” i terreni incolti.